Per bruciare di più

Secondo la nutrigenomica, scienza a cavallo tra nutrizione e genetica, la velocità con cui bruciamo calorie è una questione ereditaria. Sono i nostri geni, insomma, a determinare l’efficienza del metabolismo. Il sovrappeso è quindi un destino inevitabile? Niente affatto! «Mangiando i cibi giusti possiamo inserirci nel flusso di comunicazione tra geni e metabolismo, dando nuove istruzioni al nostro corpo», spiega il dottor Mark Hyman nel libro Ultrametabolismo, le sette chiavi per dimagrire in un programma rivoluzionario che attiva il tuo bruciagrassi naturale. Ecco il sunto del suo metodo, che si svolge in due fasi, precedute da una settimana di preparazione.

FASE PREPARATORIA

Serve a liberarsi dalle abitudini che, intossicando l’organismo, rallentano i ritmi metabolici. Dura una settimana, nella quale si eliminano zucchero, dolci, tutti i prodotti contenenti oli idrogenati, tutto il cibo spazzatura (chips, snack, fritti), caffè e bevande contenenti caffeina, gli alcolici.

PRIMA FASE: 3 SETTIMANE PER PRENDERE RITMO

Consente di perdere 3-5 kg rinunciando per 21 giorni a tutti i cibi che possono provocare allergie (latte, latticini, uova, farina bianca, pasta e tutti gli alimenti che contengono glutine) oltre a dolcificanti, verdure amidacee (zucca, patate, carote), verdure in scatola, prodotti contenenti grassi idrogenati (quasi tutti i cracker, torte, biscotti, margarine, merendine), carni rosse e le frattaglie. Va invece generosamente aumentato il consumo dì verdura e frutta di stagione, da mangiare sia durante i pasti che come aperitivo e spuntino.

SECONDA FASE: UNO STILE SANO

Si reinseriscono gradualmente i cibi eliminati. Si possono assumere solo 1-2 volte al mese farina bianca e prodotti che la contengono (pasta, biscotti ecc), zucchero raffinato e alimenti ricchi di grassi saturi (carne rossa, salumi, panna e formaggi grassi). La base dell’alimentazione diventano i cibi integrali e biologici che, secondo Hyman, sono stati concepiti dalla natura per mantenere un metabolismo “sveglio” e un peso corretto. Per quanto tempo bisogna mangiare in questo modo? Fino al raggiungimento del peso desiderato. Ma si può continuare tutta la vita per sviluppare uno stile alimentare definitivamente magro e sano.

UN MENU GIORNALIERO TIPO

Colazione: 2 Fette di pane integrale, yogurt probiotico, frutta fresca. Oppure fiocchi di cereali integrali senza zucchero, latte di soia, frutta rossa. Oppure uova strapazzate, verdure fresche, 2 fette di pane integrale tostato.

Spuntino: frutta fresca.

Pranzo: uova sode, insalata di spinaci. Oppure insalata greca (feta, verdure, olive nere), yogurt probiotico, 2 fette di pane integrale. Oppure: salmone, insalata di fagioli cannellini o verdure miste. Oppure: fesa di tacchino, verdure al vapore. Merenda: avocado con succo di limone, o 1 yogurt magro con frutta fresca e germe di grano, o 1 quadretto di cioccolato fondente.

Cena: capesante al forno con erbe aromatiche, pizzoccheri conditi con olio d’oliva e 1 cucchiaio di parmigiano; cime di rape, macedonia senza zucchero. Oppure pollo allo spiedo, riso selvaggio, grigliata di verdure. Oppure costolette d’agnello, broccoli stufati o frittata di verdura con insalata di spinaci e riso integrale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *