Archivi categoria: Cucina

macchina del pane allo jogurt

Macchina del pane: il pane allo yogurt

Con la migliore macchina per il pane preparare pizze, dolci, focacce e marmellate diventa davvero un gioco da ragazzi: sperimentare, potendo contare su uno strumento prezioso come la macchina del pane, diventa un gioco da ragazzi.

Vediamo insieme come preparare del buonissimo pane allo yogurt, delicato ed estremamente leggero, ottimo da accompagnare con dell’ottima marmellata per una colazione nutriente e genuina: l’acidulo dello yogurt, infatti, riesce a esaltare il sapore di qualsiasi marmellata (magari preparata con la propria macchina del pane).

Ingredienti per 1 kg di pane:

  • 200 grammi di farina 00
  • 250 grammi di farina di semola
  • 15 grammi di lievito di birra
  • Acqua tiepida quanto basta
  • Un cucchiaino di sale
  • Due cucchiaini di zucchero
  • 250 grammi di yogurt fresco senza zucchero

La preparazione è molto semplice, dato che tutto il lavoro più difficile verrà svolto dalla macchina del pane: portate l’acqua a una temperatura di circa 40-50 gradi. Iniziate inserendo nel cestello della macchina del pane gli ingredienti: di solito è necessario iniziare da quelli liquidi, proseguendo, così, con quelli solidi. Il nostro consiglio, non essendo tutte le macchine del pane uguali, è di leggere attentamente le istruzioni e seguirle alla lettera.

Una volta inseriti tutti gli ingredienti, scegliete il programma standard, impostate sulla macchina del pane la vostra preferenza per la cottura e lasciatela lavorare fino a cottura ultimata.

Il pane risulterà essere estremamente morbido al centro, grazie, soprattutto, allo yogurt: il pane allo yogurt realizzato con la macchina del pane presenta un sapore molto particolare, lievemente acidulo ma davvero molto intrigante. È ottimo da conservare in congelatore per scaldarlo, all’evenienza, nel tostapane o nel microonde: la morbidezza della mollica si mantiene perfettamente, senza riportare nessun effetto secchezza, poco piacevole da riscontrare. Una volta cotto nella macchina del pane, il pane allo yogurt, probabilmente, potrebbe sembrarvi un normalissimo pane comune: in realtà, il sapore, verrà fuori man mano che il pane si raffredderà.

Sappiamo tutti quanto sia buono il pane appena tirato fuori dalla macchina del pane, ma, avendolo provato, vi assicuriamo che in questo caso il nostro consiglio è di tagliarsi una fetta di pane allo yogurt, una volta che la pagnotta si sarà intiepidita.

Potrete arricchire il vostro pane allo yogurt, ideale e semplice da preparare con la macchina del pane, aggiungendo all’impasto qualche gheriglio di noce, qualche pistacchio o qualche mandorla sbriciolata: la neutralità del sapore lo rende adatto a qualsiasi tipologia di accompagnamento, tuttavia l’acidulo retrogusto si abbina perfettamente a una bella confettura, magari di ciliege o di amarene.

Frittura con friggitrice

Guida all’acquisto di una friggitrice

Il fritto mi è sempre piaciuto, per assecondare questa grande passione, ho deciso di acquistare una friggitrice professionale. Non è stato facile scegliere, ecco perchè ho scritto questa breve guida.
friggitriceLa frittura. Quella buona rimane nel cuore, ma sì, va a finire tutta sui fianchi: non c’è dieta che tenga, però, alla tentazione della friabilità dei cibi fritti, buoni a prescindere da quali siano.

È proprio vero, ogni cosa fritta assume un sapore sublime, diventando immediatamente irresistibile: dalle verdure fritte, apprezzate anche dai palati dei critici più terribili e severi di tutto il mondo, i bambini, al pesce e alla carne, la frittura rimarrà sempre la tecnica di cottura più richiesta, apprezzata e amata.

Per fritture ottime, gustose e croccanti, tipiche dei ristoranti, la friggitrice rappresenta uno strumento indispensabile: friggere i cibi immergendoli nell’olio bollente, infatti, darà loro un sapore e una croccantezza totalmente differenti rispetto ai risultati che si possono ottenere friggendo il cibo in padella.

La friggitrice professionale da ristoratori, può trovarsi in ogni casa grazie allo sviluppo della tecnologia che ha permesso di ridurne le dimensioni mantenendo intatte le proprietà di cottura: una friggitrice per uso domestico, infatti rappresenta una soluzione non troppo ingombrante, nonostante esistano modelli più o meno capienti a seconda delle esigenze familiari. Scegliere una friggitrice che si sviluppi in altezza, rappresenta sicuramente la scelta più ottimale nel caso in cui si abbia una cucina non troppo generosa in quanto a dimensioni; per chi ha spazio in abbondanza, invece, esistono soluzioni che si avvicinano particolarmente alle friggitrici in alluminio da rosticceria con base rettangolari, con coperchio trasparente per permettere di tenere sotto controllo la propria frittura in ogni occasione.

Le dimensioni delle friggitrici variano in base alla capienza: è necessario raggiungere i tre litri di capienza per chi ha molti ospiti di frequente, mentre per chi è solito consumare cenette intime in famiglia o con qualche amico, la capienza standard di 1,5 litri sarà più che sufficiente.

Le friggitrici devono essere dotate di termostato e timer per essere veramente funzionali, oltre che in grado di contenere l’odore di fritto: per questa ragione, solitamente le friggitrici hanno un filtro speciale che deve essere pulito e lavato. Per questo motivo è sempre consigliabile scegliere una friggitrice con filtro removibile e non fisso.

Per bruciare di più

Secondo la nutrigenomica, scienza a cavallo tra nutrizione e genetica, la velocità con cui bruciamo calorie è una questione ereditaria. Sono i nostri geni, insomma, a determinare l’efficienza del metabolismo. Il sovrappeso è quindi un destino inevitabile? Niente affatto! «Mangiando i cibi giusti possiamo inserirci nel flusso di comunicazione tra geni e metabolismo, dando nuove istruzioni al nostro corpo», spiega il dottor Mark Hyman nel libro Ultrametabolismo, le sette chiavi per dimagrire in un programma rivoluzionario che attiva il tuo bruciagrassi naturale. Ecco il sunto del suo metodo, che si svolge in due fasi, precedute da una settimana di preparazione. Continua a leggere

Insalata di tofu

Facile

Tempo: 30 minuti

ingredienti per 4 persone:

  • 300 g di spinaci teneri
  • 100 g di tofu (formaggio di soia)
  • 40 g di miso bianco (pasta di soia fermentata)
  • 2 cucchiai di mirin (vino di riso invecchiato)
  • un cucchiaino di zucchero
  • 2 cucchiai di sesamo bianco non tostato
  • sale.

Lasciate sgocciolare il tofu su un tagliere inclinato, per dieci minuti. Lavate gli spinaci, scottateli per un minuto in acqua bollente salata, scolateli e immergeteli in acqua fredda, scolateli ancora e tagliateli grossolanamente. Preparate la salsa Pestate in un mortaio lo zucchero con i semi di sesamo e una presa di sale, fino a ottenere una polvere.
Unitevi il mirin e il miso e mescolate finché avrete una crema omogenea
Aggiungete il tofu ridotto in purea e mescolate ancora
Servite gli spinaci con la crema preparata.