Archivi categoria: Casa e benessere

primo rasoio elettrico

Il rasoio elettrico e i suoi 84 anni

Il rasoio elettrico è un dispositivo presente in ogni casa di ogni uomo: consente di radersi velocemente, con cura e senza il rischio di trovarsi con tagli dolorosi e fastidiosi. Leggere una guida alla scelta del rasoio è importante prima dell’acquisto.

Ma quando e come è nato il rasoio elettrico?

La sua storia si abbraccia con quella del generale Jacob Schick, colonnello dell’esercito militare americano, che ogni mattina era costretto a radersi, come il codice militare richiede: purtroppo, però, essendo di salute molto cagionevole di salute, colpito da una malattia, fu trasferito in Alaska.
L’acqua era talmente gelida, al mattino, che radersi suonava come una specie di maledizione punitiva: per questo motivo il colonnello cercò un metodo per radersi a secco, riuscendo, alla fine, a dar vita al primo rasoio elettrico della storia. In commercio, il prodotto fu immesso il 18 marzo 1931: era un negozio di New York a vendere, per primo, l’innovazione che avrebbe aiutato ogni uomo.

Il progetto iniziale risultava piuttosto vago: Jacob pensava a una testina tagliente da collegare a un motore esterno, per mezzo di un cavo. Tuttavia, servivano molti soldi da investire in questa apparente missione impossibile: per riuscire a trovare il denaro necessario, Schick si mise a produrre lame intercambiabili. Pensando, infatti, al caricatore del fucile, il quale poteva tranquillamente essere scaricato e caricato, gli balenò in mente la possibilità di fare altrettanto nel settore barba e capelli: le sue lame, essendo nascoste nel rasoio, per altro non avrebbero neppure rischiato di tagliare la pelle.

Nel 1925 fondò quindi un giornale intitolato Magazine Repeating Razor, che gli fruttò un bel gruzzoletto, tale da mettere in azione il suo progetto del rasoio elettrico: il primo modello consisteva in un motore elettrico talmente pesante, da dover essere sorretto da due mani. Purtroppo, tra la poca praticità e il costo esorbitante per il tempo, le vendite non furono molto rosee: Jacob regalò i pochi modelli prodotti ai suoi amici.

La prima prova andò male, ma il colonnello non si perse d’animo: incorporò, dunque, il motore alla scatoletta di bakelite, sulla quale si trovava la testina affilata. Le dimensioni risultarono molto ridotte e il rasoio, finalmente, fu progettato e messo in vendita.

Nel corso degli anni, soprattutto ai giorni nostri, questo è diventato un elettrodomestico indispensabile per ogni uomo, che proprio come Jacob non tollera l’idea di doversi piegare ad acqua, sapone o schiuma e lametta affilata e pericolosa: se pensiamo a quello che i rasoi elettrici riescono a garantire oggi, sembra passata davvero un’eternità.
Eppure sono soltanto ottantaquattro, gli anni che ci separano dal primo rasoio elettrico messo in commercio.

Stirare con il ferro da stiro a caldaia

Ferri da stiro: chimere da affrontare!

ferro da stiro con caldaiaTra tutte le mansioni delle quali bisogna occuparsi in casa, sicuramente lo stirare è tra le più odiate. Perché? Scopriamolo insieme.

Per prima cosa, specie nelle stagioni più calde, comporta saune gratuite e per niente apprezzate, oltre che un lavoro certosino annesso, per rimuovere e prevenire la comparsa di pieghe anti-estetiche da indossare assieme ai propri vestiti.

Purtroppo, però, il ferro da stiro è un compagno immancabile in ogni casa, una sorta di anti-eroe col quale approcciarsi, inevitabilmente, per poter sempre essere al top e presentabili in ogni circostanza.

I modelli più diffusi di ferri da stiro, sono i classici elettrodomestici a vapore, dedicati alla cura degli abiti per mezzo dell’uso del vapore e delle sue alte temperature: giacche, pantaloni, camicie e vestiti, ma soprattutto lenzuola, biancheria e asciugamani.

Elementi impossibili da tralasciare durante il processo di stiratura, ma molto delicati e complicati da trattare: esistono solo i classici ferri da stiro a vapore? Ovviamente no!

La tecnologia fa passi da gigante in ogni ambito, incluso quello dei piccoli elettrodomestici indispensabili in ogni casa. Esistono, quindi, ferri da stiro che possono essere tranquillamente paragonati a veri e propri robot, macchine automatizzate in grado, né più né meno, di stirare da sole.

E ancora: ferri da stiro con serbatoio incorporato, i più economici di ogni categoria, e, per questo motivo, anche i più diffusi, conosciuti, utilizzati. Sicuramente, però, il ferro da stiro con caldaia separata rappresentano una scelta più pratica e sicura: con una capienza maggiore di acqua, favoriscono sessioni di stiratura anche molto prolungate e ideali per non dover perdere tempo a rabboccare l’acqua necessaria per la produzione di vapore.

Per chi non vuole mai essere scomposto e presentarsi sempre nel migliore dei modi, i ferri da stiro da viaggio rappresentano una soluzione pratica e ideale da portare con sé nel caso in cui ci si debba allontanare da casa per vacanze o impegni di lavoro importanti, in modo da garantire sempre una perfetta cura di ogni particolare.

Il ferro da stiro è immancabile in ogni casa, trovando quello giusto per le proprie esigenze, anche stirare potrà diventare piacevole, comodo, veloce e una mansione da svolgere con un bel sorriso!

Samsung Navibot S SR8980

Robot aspirapolvere Samsung Navibot S SR8980

Il robot aspirapolvere Samsung Navibot S SR8980 è uno strumento intelligente pensato per la pulizia profonda di ogni superficie. È veloce, silenzioso e autonomo, in grado di trovare le superfici da trovare e pulire in base al livello di sporco rilevato.
Pulisce non solo i pavimenti ma anche i tappeti, riuscendo a raggiungere ogni punto della casa che risplenderà e risulterà pulita: è utilissimo se il nostro tempo a disposizione è limitato, perché è autonomo! Vedi altre recensioni sul sito web.

Si ricarica, si svuota e si pulisce in autonomia

Il robot aspirapolvere Samsung Navibot S SR8980 non solo è autonomo dal punto di vista della ricarica e della pulizia, ma svuota il proprio serbatoio per poi riprendere a pulire. Quando la carica sta per finire o il contenitore raggiunge gli 0,6 litri, risultando così quasi pieno, il robot aspirapolvere Samsung Navibot S SR8980 si svuota, per poi riprendere a pulire in totale autonomia una volta completata l’operazione di ricarica o di svuotamento.

Scheda Tecnica

Dettagli tecnici
Modello: Robotico
Uso appropriato: Casa
Senza filo: Si
Emissione acustica: 60 dBi
Tipo di pulizia: Secco
Tipologia display: LED
Telecomando: Si
Colore del prodotto: Nero

Dimensioni e peso
Larghezza: 350 mm
Profondità: 350 mm
Altezza: 80 mm
Peso: 3.2 kg

Gestione energetica
Tempo di carica: 3 h
Controllo dell’energia: auto

Filtri
Sistema di filtraggio HEPA: N

Sacchetti per aspirapolvere
Senza sacco: N
Capacità sacco: 2.5 L

Packaging
Peso incluso imballo: 11.7 kg

Illuminazione/Allarmi
Indicatore di ricarica: Si

Conclusioni

Un vero e proprio gioiello della tecnologia, in grado di pulire nel migliore dei modi ogni tipo di sporco e ogni superficie. Il robot aspirapolvere Samsung Navibot S SR8980 consente di risparmiare tempo essendo completamente autonomo e in grado di raggiungere ogni punto della casa, con soli 8 cm di spessore.

Vantaggi

Sottile, veloce e intelligente. Il robot aspirapolvere Samsung Navibot S SR8980 è totalmente autonomo e garantisce una pulizia profonda di ogni angolo della propria casa.

Svantaggi

Il prezzo può sembrare un po’ troppo elevato, ma una volta testata la qualità del robot risulterà essere assolutamente adeguato alle performances offerte da questo gioiello della pulizia.